La Favola del Parco dell'Albero d'Oro

C'era una volta, in una piccola cittadina, un giardino abbandonato. Era incolto e triste, c'erano molti alberi che coloravano di verde il giardino e tra tutti, al centro , ce n'era uno che come per attirare l'attenzione ogni autunno colorava le sue foglie di giallo, un giallo talmente intenso da farle sembrare d'oro, tanto che i bimbi della vicina scuola materna iniziarono a chiamarlo “Albero d'Oro". Anche le maestre iniziarono a guardare il giardino in modo diverso ...

Nel paese dell'Albero d'Oro, un gruppo di amici aveva formato un'associazione: “TI AIUTO IO"

Questa Associazione coltivava un sogno: un parco dove far giocare insieme bambini che potevano correre e saltare insieme a bambini che potevano correre, vedere e saltare solo con la forza della felicità e del pensiero, ridere e giocare tutti insieme in armonia .
Queste persone parlavano a tutti del loro grande desiderio, agli amici, ai conoscenti ai vicini di casa

Un bel giorno raccontarono il loro progetto alle maestre e fu così che vennero a conoscenza del giardino “dell'Albero d'Oro". Gli amici decisero che quello era il giardino che cercavano ! Quello sarebbe diventato il loro parco !

IL PARCO DELL'ALBERO D'ORO ..
A poco a poco molte, moltissime persone vennero a conoscenza del meraviglioso progetto e così la gente del paese e quella dei paesi vicini. In cambio di un fiore di un sorriso di un sorso di vino… iniziarono a dare qualche soldino.

Anche i visitatori ed i turisti del vicino borgo del Ricetto parteciparono alla raccolta dei soldini ed il sogno di un gruppo di persone sembrò diventare il desiderio di molte persone .

Soldino dopo soldino “ Ti Aiuto Io “ riuscì a racimolare un bel gruzzolino . Ma non bastavano mai; il progetto del Parco dell'Albero d'Oro era molto ambizioso e per riuscire a trasformare il sogno in realtà non era sufficiente l'entusiasmo, occorrevano molti soldi . Quando tutto sembrava difficile, come per magia, intervennero nuovi sostenitori che come contagiati dalla vivacità degli amici dell'Associazione dedicarono ad essa grosse somme. E fu così che si completarono le opere.
In poco tempo il parco rifiorì di giochi, altalene, scivoli e trenini.

L'erba tagliata, gli alberi potati evidenziano ora lo splendore del parco, i bellissimi giochi lo arredano, rendendolo un posto incantevole, i bimbi del Paese e dei paesi vicini giocano, corrono felici tutti insieme e non c'è posto più bello per loro,

PIÙ BELLO DEL PARCO DELL'ALBERO D'ORO.

E per gli amici di “ TI AIUTO IO “…. Non c'è gioia più grande che sentir ridere e veder giocare felici i bambini.

" Perchè la felicità dei bambini fa sentire gli uomini grandi “.

Giovanna Fara

Il Parco dell'Albero d'Oro

Sabato 9 maggio 2009, alle ore 15:00, presso il parco giochi di Via XXV aprile (Candelo) l'Associazione di volontariato TI AIUTO IO Onlus di Candelo ha realizzato un grande sogno: l'inaugurazione del Parco dell'Albero d'oro.

Veduta del parco

Si tratta di un'area gioco priva di barriere, dotata di giochi e attrezzature speciali, concepita per tutti i bambini, disabili e non, al fine di consentire loro di trascorrere momenti di svago all'aria aperta, tutti insieme.

L'idea è nata dal fatto che quando si pensa a progetti rivolti alle persone diversamente abili si pensa solitamente alla soddisfazione di bisogni di primaria necessitè (come strutture sanitarie, riabilitative, interventi su edifici pubblici esistenti volti ad eliminare le barrire architettoniche e così via) sicuramente necessari, ma non sufficienti.

Divertimento a forma di castello con scivolo

E' raro che si pensi a bisogni considerati secondari, come il gioco ed il divertimento: per i bambini tali attività sono un'esperienza formativa essenziale, soprattutto se svolte in un ambito frequentato da altri bambini e senza troppi vincoli di tipo ambientale e regolamentare.

Solitamente non si pone attenzione sul benefico che una persona "normale" può trarre dalla vicinanza e dalla condivisione di momenti comuni con una persona diversamente abile.

"Il Parco dell'Albero d'Oro" è stato concepito, fin dalla nascita, con l'obiettivo principale di creare un luogo di integrazione tra persone disabili e non, un luogo in cui tutti i bambini sono uguali. Grazie all'aiuto di esperti, alla collaborazione del Comune di Candelo (che ha messo a disposizione l'area, offerto un contributo di 15.000 euro e che cura la manutenzione) e della Fondazione Paideia di Torino, ai moltissimi contributi privati di istituzioni e di singoli cittadini si è raggiunto un risultato straordinario: un'opera del valore di 200.000 euro, realizzata grazie ad un'immensa solidarietà.

Altalene

Da segnalare in modo particolare i contributi economici raccolti grazie al progetto "il vino del Sorriso". L'impegno degli amici di Anffas e Domus ha contribuito alla produzione di un vino speciale dimostrando che le persone "condiverse abilità" possono diventare volontari attivi.

Giostra accessibile da bambini in  Carrozzelle

Il progetto, sviluppato dagli architetti Silvana Camarella e Alberto Panzanelli, ha visto il coinvolgimento di psicologi ed esperti che hanno individuato, in collaborazione con l'Associazione, i giochi e l'architettura più idonea. All'interno del parco vi è un percorso ad anello che consente l'accesso ai giochi senza alcuna barriera. Vi è un castello ed una speciale gondola nei quali si può accedere in carrozzina, le persone cieche sono aiutate da corrimano con specifici indicatori che consentono di capire in quale zona del parco ci si trova, vi è una zona finalizzata alle sensibilità olfattive, le altalene ed i giochi a molla sono accessibili anche ai bambini con difficoltà nello stare seduti perchè dotate di sedute avvolgenti. Al centro del parco "l'albero d'oro", così chiamato perchè in autunno le sue foglie si colorano di un giallo così intenso da farlo sembrare dorato.

L'inaugurazione ha visto la presenza di circa 800 persone.

Per la realizzazione del Parco dell'Albero d'oro L'Associazione TI AIUTO IO Onlus ringrazia:

Loghi degli sponsor

Abbigliamento Sartoria Tentazioni, Alumosca, Arredamenti Progetto, Amici della Musica, Associazione Anziano è Bello, Associazione Art Cafè, Associazione Banca del Tempo Candelo, Associazione Carrettieri Candelo, Associazione Il Naso in Tasca, Associazione La Speranza, Associazione Nazionale Alpini Candelo, Associazione Pro Loco Candelo, Associazione Proprietari Privati Ricetto, Atelier Bon Bon, Autotecnica, Bar Viana/La Piazzetta, Beta srl, Biella Gospel Choir, Biella Legno, Brusa-Torrione Panetteria, Casa della Motosega, Casalinghi Falla Renzo, Cascina Bozzola, Centovigne, Chiorino spa, Cinzia e Gaetano parrucchieri, Circolo S.Lorenzo, Colorificio il Centro, Comitato S.Giacomo, Coro ANA Stella Alpina, Cremeria Vittoria, Dama Ysangarda, Dancing la Peschiera, Enoteca F.lli Antognelli, Farmacia Robiolio, F.G.F. srl., Fotostudio Giulio Ghirardelli, Gli Artisti del Ricetto, Gabba Salumi, Gabriele Furlan Sementi, Gioielleria Fontanella, Bottega del Torrione, Latteria Fraire, Lauretana, L'Immagine di F. Franzino, Marotti Tatiana Sementi, Merceria Meraviglia, Merceria S.Sebastiano, Merceria Titty, Orchestra Francesco e i Blue Dream, Ortofrutta Badone, Ottica Il Ponte, Ottica Toffanello, Palestra Work in Progress, Parafarmacia Dott.ssa Foletto, Pescheria Giorgio, Pizza & DVD, Robinson Sistemi Informativi, Rondo Spaudo Edilizia, Soriso, Torino Club Candelo e le tantissime persone che hanno offerto il loro contributo!